Chiese Roma

Scorri tra le meraviglie millenarie delle chiese e basiliche romane, dove storia e arte si intrecciano in un abbraccio senza tempo.

Lasciati trasportare dalle imponenti architetture, dalle opere d’arte straordinarie e dall’atmosfera sacra che permea ogni angolo, un’esperienza indimenticabile per nutrire mente e spirito. Vivi l’emozione di camminare tra i secoli, in un viaggio attraverso la fede e la grandezza dell’arte sacra, solo a Roma, città eterna.

BASILICA DI SAN GIOVANNI IN LATERANO

La Basilica di San Giovanni in Laterano, anche definita come la Cattedrale di Roma, è la chiesa madre della diocesi di Roma, attualmente retta da papa Francesco tramite il cardinale arciprete Angelo De Donatis. È la prima delle quattro basiliche papali maggiori e la più antica e importante basilica d’Occidente.

BASILICA DI SAN LORENZO

La basilica di San Lorenzo è uno dei principali luoghi di culto cattolici di Firenze, situata nell’omonima piazza nel centro storico della città. È una delle chiese che si contendono il titolo di più antica della città ed ha la dignità di basilica minore. Nei pressi della chiesa si tiene il mercato di San Lorenzo.

BASILICA DI SAN PAOLO

La basilica papale di San Paolo fuori le mura è una delle quattro basiliche papali di Roma, la più grande dopo quella di San Pietro in Vaticano.

BASILICA DI SAN PIETRO

La basilica di San Pietro in Vaticano, ufficialmente papale basilica maggiore di San Pietro in Vaticano, è una basilica cattolica ubicata in Piazza San Pietro nello stato della Città del Vaticano; è un capolavoro dell’arte italiana e uno dei simboli di Roma, di cui domina il panorama con la sua cupola.

BASILICA DI SAN SEBASTIANO

La basilica di San Sebastiano fuori le mura è un luogo di culto cattolico di Roma, nel quartiere Ardeatino, sulla via Appia Antica al numero 136. Fa parte delle sette chiese visitate dai pellegrini in occasione del Giubileo.

BASILICA DI SANTA CROCE IN GERUSALEMME

La basilica di Santa Croce in Gerusalemme è una delle sette chiese di Roma facente parte del tradizionale itinerario di pellegrinaggio reso celebre da san Filippo Neri.

BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE

La papale arcibasilica maggiore arcipretale liberiana di Santa Maria Maggiore, conosciuta semplicemente con il nome di basilica di Santa Maria Maggiore o basilica Liberiana, è una delle quattro basiliche.

MOSCHEA DI ROMA

La Grande Moschea di Roma è il principale luogo di culto della comunità musulmana a Roma e la più grande moschea in Italia.

SAN CLEMENTE IN LATERANO

La basilica di San Clemente a Roma, dedicata a papa Clemente I, sorge nella valle tra l’Esquilino e il Celio, sulla direttrice che unisce il Colosseo al Laterano, nel rione Monti. Ha la dignità di basilica minore. Attualmente è retta dalla provincia irlandese dei domenicani.

CHIESA DI SANT’IGNAZIO DI LOYOLA

La chiesa di Sant’Ignazio di Loyola in Campo Marzio è un luogo di culto cattolico di Roma; in stile barocco, è adiacente al Collegio Romano di cui era cappella universitaria e affaccia sulla caratteristica piazza Sant’Ignazio.

CHIESA SANT’IVO ALLA SAPIENZA

Sant’Ivo alla Sapienza è una chiesa di Roma dedicata a sant’Ivo Hélory, situata nel rione di Sant’Eustachio, realizzata nella seconda metà del XVII secolo dall’architetto italo-svizzero Francesco Borromini.

BASILICA DI SANTA CECILIA

La basilica di Santa Cecilia in Trastevere è un luogo di culto cattolico situato nel rione Trastevere, nel centro storico di Roma, situata in Piazza di Santa Cecilia, 22. Ha la dignità di basilica minore. 

BASILICA SANTA PRASSEDE

La basilica di Santa Prassede è un luogo di culto cattolico del centro di Roma, situato nei pressi della basilica di Santa Maria Maggiore, nel rione Monti.

BASILICA DI SANTA SABINA ALL’AVENTINO

La basilica di Santa Sabina all’Aventino è un luogo di culto cattolico del centro storico di Roma, situato sul colle Aventino, nel territorio del Rione XII Ripa.

SINAGOGA DI ROMA

Il Tempio Maggiore è la principale sinagoga di Roma e segue il rito italiano; fu costruito tra il 1901 e il 1904 su uno dei quattro lotti di terreno ricavati demolendo le più fatiscenti aree del Ghetto.